Weekend blues

Piazza Duomo gremita e in estasi quella di ieri sera per la terza edizione dell’Italian Blues Night dove Alex Britti ha regalato un concerto entusiasmante contaminando il suo pop cantautorale con tanto blues. D’altronde il ricordo andava al lontano 1989 quando un giovanissimo Britti apriva a Van Morrison: ieri è tornato da protagonista con uno show ricco di assoli e momenti chitarristici alternando le sue hit più conosciute ai brani del suo ultimo disco “In Nome dell’Amore – Vol. 2”.

«Il Blues è un’araba fenice – dice Britti nel backstage – muore e risorge in continuazione sotto altre forme come il folk e la musica d’autore. Non scomparirà mai. Sono nato con il Blues, devo tutto al Blues».

A scaldare la serata ci hanno pensato i Magic Bones di Emiliano dell’Innocenti esibitisi insieme a McKinley Moore. Così come Stefano Ronchi e Dan Nash e le giovani band “next generation” del Blues: The Big Blue House da Siena, 091 Blues da Palermo, Ramrod da Novara e Miguel Y La Muerte da Arezzo che hanno tutte veramente tenuto alta la qualità delle esibizioni. 

Intanto cresce l’attesa per Mannarino: il cantautore di origini calabresi si sta confermando ad alti livelli ed anche a Pistoia si aspetta un pubblico numeroso. Domenica sera toccherà a Stefano Bollani: un concerto dedicato ad una platea di appassionati ed a sedere per un artista che almeno una volta nella vita va visto. Poi  due giorni di pausa e si ritorna il 12 luglio con la prima nazionale dei Gogol Bordello.

I residenti della provincia di Pistoia sono tutti invitati anche alla serata di chiusura del 15 luglio dove, mostrando in cassa in Via Roma un documento, potranno vedere gratuitamente una ricca serata con tantissimi nomi del rock blues: protagonista assoluto Charlie Musselwhite ma anche Fabio Treves e molti altri.

fonte

[box size=”large” style=”rounded” border=”full” icon=”http://findicons.com/files/icons/2750/free_web_icon_pack_1/64/help.png”]

Per sostenere il blog acquista un libro
clicca sui banner pubblicitari
o condividi l’articolo

[/box]

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Acoustic Side all'Agorà Successivo Tributo a James Cotton e Notte Blues

Lascia un commento