Topo Oreste is back in town

[header07Avevo poco più di vent’anni quando scrissi Topo Oreste e la Grande Città. Doveva essere un racconto senza pretese per far colpo su una ragazza (ah, l’ingenuità!) e divenne un romanzo per ragazzi che ancora è fra le cose più apprezzate che ho scritto. Trovò la via della pubblicazione solo dieci anni dopo, nel 2007, presso un piccolo editore campano (Nicola Pesce Editore) in un’edizione invero molto povera e con copertina in bianco e nero.
L’anno successivo, un altro editore capitò sul mio sito e fu colpito da quel topo un po’ sballato che rischiava la vita per aiutare dei gatti. E così nel 2008 Topo Oreste vide la sua seconda pubblicazione per i tipi di Onda Edizioni, un editore scolastico che portò Oreste in un bel po’ di scuole medie in tutta la penisola.
Per l’occasione, il testo fu ampliato con l’aggiunta di nuovi personaggi e una sottotrama in cui entra in scena il fratello “cattivo” di topo Oreste: Palmiro Codamozza. La nuova versione del libro, corredata da schede didattiche ad ogni capitolo e di audiolibro, ebbe un discreto successo e vinse anche alcuni premi letterari. Tuttavia, dopo i canonici due anni di riproposizione in catalogo, l’editore decise di ritirarlo. Dal 2010 al 2013 il libro è stato difficilmente reperibile per coloro che ancora continuavano a richiedermelo. Quest’anno ho quindi chiesto e ottenuto la liberatoria per poter dare una nuova vita editoriale a questo romanzo per ragazzi a cui sono molto affezionato. In attesa di un nuovo editore che lo accolga nella sua scuderia, me lo sono autoprodotto. Chi volesse richiederlo può farlo scrivendo a
simonepiazzesi CHIOC CIOLA alice PUN TO it
Sul mio sito è possibile leggere un estratto e alcune recensioni.

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Caravaggio alla Smilea Successivo Lorenzo Del Pero e la rara felicità

Lascia un commento