Il poeta è una fabbrica di immagini

Domenica 7 maggio, alle 21 presso la libreria indipendente Les Bouquinistes – in via dei Cancellieri, 5 a Pistoia – serata dedicata alla poesia. Il poeta è una fabbrica di immagini –  reading poetico con Andrea Bassani, Matteo Mazzone e Giacomo Trinci, introdotti dal Prof. Ernesto Marchese.

Andrea Bassani nasce a Bergamo nel 1980. Pubblica la sua prima raccolta Amore Androgeno (Edizioni d’arte Imedea) nel 2006, mentre la plaquette Mare con un disegno di Giacomo Pellegrini viene pubblicata dall’editore Pulcinoelefante. Nel 2007, in seguito a un’importante conversione spirituale, lascia famiglia, amici, lavoro e si trasferisce a Pistoia dove abita ancora.
Trascorre cinque anni d’inattività artistica durante i quali si dedica allo studio delle filosofie orientali e al volontariato.  Nel 2013, a seguito dell’incontro col prof. Ernesto Marchese, relatore di una serie di conferenze sulla poesia classica e contemporanea, ricomincia a scrivere. Una sua silloge tratta dal poema Lechitiel è pubblicata e recensita dalla poetessa Maria Grazia Calandrone sulla rivista internazionale “Poesia” del Febbraio 2016 (n°312). Otto inediti vengono pubblicati su Nazione Indiana. Pubblica nel 2016 per Terra d’Ulivi edizioni il poema Lechitiel.

Matteo Mazzone nasce a Firenze nel 1994. Si è laureato in Lettere, in Linguistica Italiana, con una tesi sperimentale sul lessico di Carlo Emilio Gadda. Ha pubblicato, come poeta, Acre Tirso (2012), Dialogi (2014) e Campi di asfodeli (2016). Ha curato l’edizione postuma con note linguistiche dello scultore e poeta pistoiese Marco Gargini, ora nel volume Le mie inutili poesie. Dispacci poetici nell’universo garginiano (2016) e sta lavorando all’edizione critica delle poesie di Federigo Tozzi. 

Giacomo Trinci nasce a Pistoia nel 1960. Poeta e traduttore, ha pubblicato le raccolte di versi Cella (1994) e Voci dal sottosuolo (1996), tra i finalisti del Premio Viareggio. Nel 1999 ha pubblicato presso Marsilio Telemachia, con il quale è risultato vincitore del premio Nazionale di Poesia San Pellegrino. Con Francesca Corrao ha tradotto la raccolta di poemi di Adonis, Nella pietra e nel vento, per le edizioni Mesogea (1999). Presente in diverse antologie, è impegnato nella traduzione dal francese e dallo spagnolo delle opere di Agrippa d’Aubigné e Suor Juana de la Cruz. Nell’autunno 2001 è uscito il poemetto in versi Resto di me, presso Nino Aragno editore. E’ stato redattore della rivista di letteratura “Pioggia obliqua”, e ne ha condotto la versione radiofonica presso “Nova radio”; collabora ad “Alias”.
Ha scritto e portato in teatro una versione in versi di Pinocchio e una versione in versi di Don Chisciotte. È tradotto in spagnolo e arabo. 

[box size=”large” style=”rounded” border=”full” icon=”http://findicons.com/files/icons/2750/free_web_icon_pack_1/64/help.png”]

Per sostenere il blog acquista un libro
clicca sui banner pubblicitari
o condividi l’articolo

[/box]

Print Friendly, PDF & Email
Libri
Precedente I cromatici di Asmone Successivo Bruma vol. II

Lascia un commento