Pistoia Blues 2014

Pistoia-Blues-Festival-2014[dropcap]C[/dropcap]ome tradizione, torna l’appuntamento di punta dell’estate in città: il Pistoia Blues, che quest’anno mette 35 candeline sulla torta. La manifestazione ha ormai tracimato le classiche tre giornate per inondare di musica le strade e i palchi della città. Dal 10 al 17 luglio, infatti, si alterneranno grandi artisti sul main stage di Piazza del Duomo e altrettanto validi musicisti al teatro Manzoni e al Bolognini. E poi incontri, mostre, buskers, arte e un luogo interamente dedicato alla storia del Pistoia Blues. Importanti eventi collaterali saranno anche le lezioni di musica di Blues Clinic e le jam session all’Al’trove.

Si comincia giovedì 10 luglio con i Negramaro in Piazza del Duomo e Mark Lanegan al Manzoni. Songwriter di talento e voce inconfondibile, Lanegan farà la sua unica data italiana a Pistoia con uno show acustico che ripercorrerà tutte le tappe della sua carriera.

Si prosegue l’11 luglio con la leggendaria voce di Robert Plant che tornerà dopo otto anni sul palco di Piazza del Duomo. L’ex Led Zeppelin sarà accompagnato dai Sensational Space Shifters, band con la quale è in procinto di pubblicare un album in studio. La serata sarà aperta dai North Mississippi Allstars, band rock’n’roll con richiami blues, formata nel 1996 dai fratelli Luther e Cody Dickinson, figli della leggenda musicale di Memphis, Jim Dickinson.

Sabato 12 luglio doppio appuntamento: in piazza del duomo arrivano i Bandabardò che presenteranno il loro nuovo album, insieme all’icona del raggae: Lee “Scratch” Perry. L’artista che ha inventato il genere dub presenterà il nuovissimo album “Back on Controls”. Per l’occasione, Lee Perry sarà accompagnato dalla Alpha Band, formata da musicisti del progetto Dubital, capisaldi del dub italiano da 20 anni e già collaboratori di Mad Professor e Zion Train. Anche questi ultimi saliranno sul palco il 12 luglio, in attesa del loro prossimo album “Land Of The Blind”, con la partecipazione dei cantanti Dubdadda, Fitta Warri e Jazzmin Tutum.

Domenica 13 luglio sarà la volta dei Morcheeba, band storica del trip-hop internazionale che, dopo i fasti degli anni ’90, non ha mai smesso di macinare album, pur con cambi di pelle e di line-up. La frontwoman Skye Edwards è infatti tornata nel gruppo dopo l’esperienza solista. Per questa serata il prezzo del biglietto sarà particolarmente accessibile (10 €).

Il 14 luglio potremo ascoltare Jack Johnson, l’amatissimo cantautore di origini hawaiane che si esibirà, data unica in Italia, in Piazza del Duomo. Per l’occasione presenterà le canzoni del suo ultimo album, “From Here to Now to You”, pubblicato il 17 settembre 2013 dalla Brushfire Records, etichetta da lui fondata.

Martedì 15 luglio in Piazza del Duomo arrivano i Lumineers, la band americana della hit “Ho Hey” e “Stubborn”. Il trio folk-rock composto da Wesley Keith Schultz (voce, chitarra), Jeremiah Caleb Fraites (batteria, mandolino), Neyla Pekarek (violoncello, pianoforte, voce) non tradirà la sua fama di ottima band live. Sempre il 15 luglio, al teatro Bolognini si esibirà Jonny Lang e i General Stratocuster and the Marshals.

Il 16 luglio sarà la volta di una delle più amate cantautrici a livello mondiale: Suzanne Vega. La songwriter statunitense, famosa per il suo folk-pop acustico ed elegante, presenterà il suo ultimo lavoro discografico “Tales from the Realm of the Queens of Pentacles”, settimo album in studio subito accolto con estremo favore da parte della stampa specializzata. Dieci nuove canzoni ispirate al mondo materiale e spirituale. La serata sarà invece aperta da un’altra voce femminile, Joan As Police Woman, che presenterà il recentissimo album “The Classic”, il suo quinto lavoro discografico.

Infine, giovedì 17 luglio, la manifestazione sarà chiusa dagli Arctic Monkeys, una delle più importanti formazioni di rock contemporaneo. Sarà un’ottima occasione per riascoltare il loro nuovo album AM, considerato dalla critica come uno dei migliori album del 2013. La serata sarà invece aperta dai The kills.

Per info e novità visitate il sito www.pistoiablues.com

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Un maiale in cucina Successivo Almanacco del giallo e del noir 2013

Lascia un commento