Le fontane dell’Appennino pistoiese

Chi frequenta il nostro bell’Appennino si sarà certamente imbattuto in una delle tante fontane che adornano borghi e contrade, riscontrandone le peculiarità. Una fontana di montagna, infatti, si riconosce per l’utilizzo delle grandi pietre squadrate, per la forma austera ma elegante e per la non rara presenza di affascinanti elementi decorativi che richiamano simbologie antiche e/o arcane (volti, fiori, esseri mostruosi). La bocca di drago (o quello che è) della fontana di Momigno è solo un esempio tra tanti.

Nel seguente foto-reportage ho fatto una raccolta di fontane dell’Appennino pistoiese, certamente non esaustiva ma indicativa del fascino di queste costruzioni. Le località presenti sono: Acquerino, Avaglio, Maresca, Momigno, Monachino, Montagnana, Orsigna, Piteglio, Pracchia, Sambuca, San Marcello, San Pellegrino al Cassero, Prunetta, Spedaletto.


Per sostenere il blog
fai una donazione con Paypal,
acquista un libro,
clicca sui banner pubblicitari
o condividi l’articolo.

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Golba e la colonna vertebrale della vita (VIDEO) Successivo I Segreti della Dall'Olio al Deka

Lascia un commento