La percentuale di Montale a Lo Spazio

Sabato 28 ottobre alle ore 18.00, presso la libreria indipendente Lo Spazio di via dell’ospizio a Pistoia, Simone Piazzesi presenterà il suo ultimo romanzo: La percentuale di Montale (Il Seme Bianco, 2017, euro 13,90). Ne parlerà con l’autore Emiliano Gucci.
Dopo quattro anni dal suo ultimo libro di racconti noir, Come la pece, Simone Piazzesi torna alle stampe con un romanzo contemporaneo ambientato a Pistoia (con in copertina un bel quadro della pittrice fiorentina Chiara Piccardi). Qui l’evento facebook per rimanere aggiornati.

«Avevo sempre tenuto la vita al guinzaglio. Mi tormentavano le parole di Montale. Avevo paura di diventare vecchio ed essere costretto a dire di aver vissuto anch’io al cinque per cento».

Cesare è un trentenne precario, nel lavoro e nei rapporti umani. La sua vita scorre lenta in provincia, a Pistoia. Un’improvvisa crisi finanziaria lo costringe a rivolgersi per un prestito al Gambero, vecchio esponente della malavita locale. Grazie ad un “asso di cuori” che riesce a giocarsi, si ritrova fra le mani molti più soldi di quanti ne aveva richiesti e inizia a sistemare le tante falle della sua vita. Abbandonato il vecchio lavoro presso un’ambigua imprenditrice russa, trova occupazione in un albergo infimo come portiere di notte. Comincia anche una relazione con una ragazza schietta, scostante ma molto affascinante, capace di slanci dolci e sensuali: Fulvia. Tutto sembra filar liscio, ma il Gambero muore e qualcuno torna a chiedere il conto all’ingenuo Cesare. L’erede del Gambero rivuole quei soldi credendo che il ragazzo abbia circuito il vecchio. E i suoi modi sono molto spicci. Cesare dovrà trovare 50.000 euro in pochi giorni o le cose potrebbero precipitare. Tutti verranno coinvolti: Fulvia, il lavoro, gli amici. E la percentuale di Montale, l’intensità delle vicende della vita, salirà pericolosamente verso livelli mai toccati prima.

Print Friendly, PDF & Email
Libri
Precedente Morire a Madrid + Terra di Spagna - al Cral Successivo I racconti di Proust

Lascia un commento