La cultura in Regione (3) – Alice Giampaoli, PD

11174805_1602368920008802_5418859068064473970_nDopo Alessio Biagiotti del M5S  e Filippo Altobelli di Democrazia Diretta, la serie delle interviste ai candidati pistoiesi alle regionali aveva in programma Mattia Nesti di Sì-Toscana a sinistra (che però in un mese e mezzo non ha evidentemente trovato mezz’ora per rispondermi né comunicarmi alcunché), e Alice Giampaoli del PD. Quest’ultima, oberata come tutti i candidati dagli impegni elettorali, si è più volte scusata per non essere riuscita a rispondermi e mi ha infine mandato questo messaggio che pubblico, in quanto lo considero una mini-risposta complessiva all’intervista.

E niente, via.
Doppia, pubblica, quadrupla ammenda relativamente alle domande da te poste su un tema, la Cultura, praticamente ignorato in questa campagna elettorale e non solo da me.
Stanotte (29 maggio, ndr), dopo il comizio, cerco di mettermici con calma, dato che non fai domande banali e io, ricordo, non sono un’esperta e non mi piacciono i tuttologi.
D’altra parte, ritengo la Cultura non un settore, ma una presa di posizione, di campo e chi si candida in Regione non può non avere una sua visione.
Ho scambiato un paio di battute con un paio di persone sull’assenza di questo tema in campagna elettorale. Loro lo sanno. Io, la mia visione stanotte te la mando. Soprattutto, perchè mi garba rispettare gli impegni, anche fuori tempo elettorale massimo, anche se non servono a pigliare voti, ma solo, appunto, per rispettare un impegno con una singola persona.
Ecco. Scusami ancora.

Print Friendly, PDF & Email
Precedente OT - Riforma del lavoro, chi l'ha voluta e perché Successivo Il ritorno del colonnello Arcieri

Lascia un commento