Intervista a Pierz e D.L.R.

[Articolo di Sonia Migliano]

ravioli_uestern_1___Sabato pomeriggio sono andata a vedere la prima edizione di Fumetti & dintorni in piazza del Grano a Pescia. Dopo aver fatto finalmente la conoscenza del signor “Libreria Fumettoteca Elefante” e aver raccolto disegno, dedica e pacchi di libri-fumetti dalle mani del giovanissimo Luca Lenci nonché da quelle della Signora Zannablù (IDOLO!), butto un occhio di là dalla piazza e vedo due strani figuri dietro il solito tavolo con sopra strani (assai più degli altri) fumetti. Mi dirigo spedita in quella direzione e punto il dito decisa su Ravioli Uéster 2, che dalla copertina avverte: se non mi compri, il gattino Maù morirà di morte! Noto subito che sulla “e” c’è il solito accento acuto sbagliato in quella posizione, nessuno ci capisce nulla di accenti e fonemi, figurarsi uno che per mestiere fa il disegnatore di fumetti. Chiedo spiegazioni e un giovane che si qualifica come tale Pierz mi ribatte che ho scelto proprio quello solo perché è prefazionato dal famigerato Gipi, altrimenti avrei preso Ravioli Uéstern 1 (con l’accento sbagliato sulla “e”) senza fare tante storie. Ovviamente, gli do torto. A quel punto, una vocina dice: “Ma ci sono anch’io!”, e la mia vocina interiore vorrebbe ribattere automaticamente “E chi sei, te?”, ma la mia vocina esteriore invece scandisce: “Ciao! E chi sei, te?”. “Io ho scritto La Bibbia 2 con lui! Perché non compri anche La Bibbia 2? È bellissima!”. A questo punto ha inizio un’intervista surreale, durante la quale mi siedo proprio accanto al Pierz (quello della vocina mal lo sopporto fin dall’inizio, odio quelli entranti senza motivo alcuno apparente), gli sbatto davanti le mie cigliona, tiro fuori il quadernino e la pennina nera da prof. quale effettivamente sono, e comincio a chiedere un’infinità di cose.

Sonia Luna: Come e quando vi siete incontrati?

Davide La Rosa (quello entrante): L’abbiamo scritta e disegnata a quattro mani, La Bibbia 2, perché siamo incapaci di fare bene entrambe le cose, disegnare e scrivere.

S.L.: Sì, certamente, ma… avevo chiesto come e quando vi siete incontrati.

Pierz: Praticamente, siamo usciti con le nostre prime fatiche fumettistiche con lo stesso editore, Nicola Pesce Edizioni, che ci deve ancora dei soldi, e alle varie Fiere del Pesce in giro per il nord Italia ci siamo conosciuti, scambiandoci le nostre esperienze debitorie.

D.L.R.: Sì, però parliamo de La Bibbia 2 che abbiamo scritto insieme e che potresti comprare. Il mio primo romanzo con Nicola Pesce era, invece, Il Nuovo Romanzo di Dan Braun.

S.L.: “Ma te l’ho chiesto?” (sempre la mia invadente vocina interiore). E come è nata questa benedetta Bibbia 2?

Pierz: Davide in quel periodo era fissato con tutto ciò che era Revival Anni ’80 e avrebbe voluto fare un fumetto revival anni ’80, ma a me non interessava troppo, volevo restare sul pezzo del presente, dell’attualità storica, sull’oggi insomma! Ma lui era fissato con questo sequel della Bibbia che nessuno ha mai pensato a scrivere e io, ok d’accordo facciamolo, ma che non sia La Bibbia degli Anni ’80! Così, dopo duemila anni, finalmente realizzo che anche io posso scrivere qualcosa a tema Dio, ma dalla parte distruttiva della Scienza, sulla stregua di serie come “Big Ben Theory” dove i protagonisti Nerd offrono una spiegazione tecnologico-scientifica per ogni aspetto del mondo, o di “Don Zauker” o dello stesso “Genus”.

Voce fuori campo: È proprio così che è nato il sequel del più celebre romanzo fantasy della storia! (È la ragazza di Pierz che ha parlato, e scopro essere anche lei una disegnatrice, coinvolta in cartoni Rai come le WinX – che non c’è proprio da esserne orgogliosissimi, lo dice lei stessa, meno male che fa pure tante altre cose, eh.

D.L.R. Il bello di essere tornati negli Anni ’10 è che si possono fare le battute vecchie!

S.L.: E come vi incontravate per inventare la storia e il suo svolgimento e disegnarla, se tu, Pierz, sei di Fano e Davide è di Como?

Pierz: Il nostro brainstorming è avvenuto tutto via facebook! Via chat parlavamo e ci mandavamo i file coi dialoghi e i disegni.

S.L.: Alla faccia dell’immediatezza dell’ideazione, evviva il digitale, lo dico sempre del resto. E quante copie avete vendute de La Bibbia 2 finora?

Pierz & D.L.R. in coro: 2500! Tutte quelle stampate.

S.L.: Progetti futuri?

D.L.R.: Sto preparando l’uscita, sempre con Nicola Pesce del libro Paco Lanciano e il fagiano crononauta.

Pierz: Nessun progetto. Faccio fumetti.

Alla prossima uscita, dunque! Ciao Pierz, ciao D.L.R. (che so che ti faccio arrabbiare se scrivo solo il tuo acronimo).

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Storie mirabili, a Lo Spazio Successivo L'angoscia del pane, di Anna Maria Dall'Olio

Lascia un commento