Il teatro delle passioni

01-IaP-invito21x21-a001Nella Sala Sinodale dell’Antico Palazzo dei Vescovi a Pistoia, si svolgerà nel prossimo mese di novembre un ciclo di incontro a ingresso gratuito dal titolo Il Teatro delle Passioni – La poetica del Seicento fiorentino nella Collezione Bigongiari tra nuova visione del mondo e misteri dell’animo. A tutti gli incontri seguiranno degustazioni a tema e musiche di Giulio Caccini e John Dowland eseguite da Elena Bartolozzi (soprano) e Quirino Trovato (liuto e chitarrone). La Collezione Bigongiari raccoglie 45 dipinti di alcuni fra i maggiori protagonisti di questa affascinante stagione della storia dell’arte italiana. Gli incontri che qui si propongono saranno l’occasione per approfondire alcuni dei molteplici aspetti di una pittura che scelse di caratterizzarsi attraverso una cifra intellettualistica, colta e raffinata, dove i temi di natura storica, sacra, allegorica e mitologica si rivelano di volta in volta venati da un’aura di vibrante sensualità e sotteso mistero, e come sapientemente ambientati su un ideale palcoscenico di corte. I diversi itinerari di lettura proposti saranno arricchiti da visioni, sapori e suggestioni musicali chiamati a restituire il clima culturale che nutrì l’universo del Barocco fiorentino.


Venerdì 6 novembre ore 21.15

Riccardo Spinelli – Tormento ed estasi. Martirio e santità nei dipinti della collezione Bigongiari

Venerdì 13 novembre ore 21.15

Nadia Bastogi – Seduzione della bellezza e monito morale. Figure allegoriche femminili nella pittura fiorentina del Seicento

Mercoledì 18 novembre ore 21.15

Sandro Bellesi – Magie, incantesimi e sortilegi. La pittura negromantica a Firenze in età barocca

Venerdì 27 novembre ore 21.15

Annamaria Iacuzzi – Intuizioni poetiche e visioni critiche di un collezionista. Il Seicento fiorentino di Piero Bigongiari

 


………………………………………………………………………………………………………….
Per sostenere il blog, clicca sui banner pubblicitari
………………………………………………………………………………………………………….

Print Friendly, PDF & Email
from to
Arte eventi
Precedente Arca Puccini 2015 - Khorosho Successivo Firenze capitale noir

Lascia un commento