I ritratti d’affezione di Giuliana Martelli

DSCN2150[dropcap]L'[/dropcap]antica abitazione di Niccolò Puccini in via del Can Bianco a Pistoia (entrata da vicolo Malconsiglio) è oggi una residenza d’epoca che, nelle sue sale e nei suoi corridoi ospita spesso mostre ed esposizione di vario genere. Fino al 16 novembre potrete trovarci le opere di Giuliana Martelli raccolte nella serie “Ritratti d’affezione“. Come dichiara il titolo, i quadri sono principalmente ritratti di persone care all’artista rappresentati in contesti dai vivi contrasti di colore. La tecnica è sempre quella della tempera stesa in modo piatto e deciso. Come afferma Siliano Simoncini nella presentazione alla mostra, Giuliana riesce a “coniugare la rappresentazione oggettiva a elementi iconici di natura simbolica che ne qualificano, in senso interpretativo, la visione altra che si nasconde dietro all’apparenza”. Dopo le esposizioni del 2010 in Germania, quella dello scorso anno al Museo Marini di Pistoia e quella di pochi mesi fa a Genova, questa è un’altra occasione per guardare i progessi e gli sviluppi del pennello della Martelli. Domenica 27 ottobre si è poi tenuto, nell’ambito della mostra, un reading recitativo a cura di ZTL, Zona Teatro Libero di cui anche Giuliana Martelli fa parte.

↓ GALLERIA FOTOGRAFICA ↓

[box size=”large” style=”rounded” border=”full” icon=”http://findicons.com/files/icons/2750/free_web_icon_pack_1/64/help.png”]

Per sostenere il blog acquista un libro
clicca sui banner pubblicitari
o condividi l’articolo

[/box]

Print Friendly, PDF & Email
Precedente I parallelismi di Francesca Torracchi Successivo Food & Book 2013

Lascia un commento