Dritto al cuore – L’azione perfetta di Scabia

scabiaAll’interno della rassegna “Dritto al cuore”, ideata dai curatori e artisti Elena Vannucci e Jacopo Belli, sabato 18 giugno, dalle ore 17 alle 19 presso la Fondazione Luigi Tronci in corso Gramsci a Pistoia, si terrà il laboratorio/simposio con Giuliano Scabia in cui analizzare le questioni di lettura, i tanti tempi anche teatrali che ci sono dentro tutto il ciclo dell’eterno andare (trattasi dei tre libri da lui scritti: “In capo al mondo”, “Lorenzo e Cecilia” e appunto “L’azione perfetta”), e i rapporti fra prosa e racconto a voce e dialogo. Il laboratorio viene svolto con Giuliano in preparazione alla serata che sarà dalle 21.30 in poi, aperta a tutti coloro che vorranno sentire il lavoro, ed in particolare a chi lo ha preparato. Per la partecipazione al laboratorio non è richiesto nessun pagamento eccetto l’acquisto del volume “L’azione perfetta” e la sua lettura prima di esso, con la scelta per ciascuno di alcune pagine da portare durante una lettura – simposio condivisa durante la serata. L’unica richiesta è quindi quella di essere interessati a leggerlo e preparare il lavoro prima e poi con noi al laboratorio condotto da Giuliano, che non farà uno spettacolo ma vorrà leggere tutti insieme le proprie parti e chiedere a ognuno cosa possa essere l’azione perfetta. Durante la preparazione saranno presenti anche alcuni musicisti e artisti a dare il loro contributo, insieme ad Elena Vannucci e Jacopo Belli. I volumi si possono trovare alla libreria Lo Spazio di Mauro Pompei e Alice Trippi e da Les Bouquinistes in via dei cancellieri di Elena Zucconi e Sergio Salabelle. Il laboratorio partirà con almeno dieci iscritti, per prenotarsi chiamare Elena Vannucci e Jacopo Belli 3204856236 – 3351616648


“Poeta estroso, cordiale e raffinato, con il suo sublime dal basso, capace di convocare tutti i tempi e tutti i luoghi della poesia, tutti i poeti da Orfeo in poi, con la sua chioma candida e il viso da eterno ragazzo, attento e stupito dalla meraviglia dell’attimo e dal mistero dei giorni e della spedizione umana, Giuliano canta le bestie e le piante, le stelle e gli dèi, che per lui non sono mai fuggiti, ma stanno nel reale come le nostre domande, i nostri ritmi inventivi, sorpresi dalla inarrestabile pregnanza e duttilità della lingua materna e fraterna, tanto che Scabia pare un poeta volgare del Duemila, catapultato dal Trecento nell’era globale. Egli è leggero, ma per gravità, profondo, come un mare neologizzante, per onomatopea del passo e del tremito, suo concetto-chiave, che sta per emozione, corpo canoro. Cosi, come un Palazzeschi che non si diverta, ma che si emozioni, è soprattutto capace di far passare negli altri l’emozione, e cioè di commuoverci e rallegrarci.” (Gianni D’Elia)

Si ricorda che la rassegna privilegia l’innovazione teatrale, musicale e poetica ed è stata pensata come uno spazio di incontro con un pubblico intimo e da coinvolgere in prima persona. La prenotazione può avvenire attraverso le pagine Facebook Dritto al cuore o ai numeri 3351616648 e 3204856236.

…………………………………………………………………………………………………………………………………….

Per sostenere il blog, clicca sui banner pubblicitari o acquista un libro
…………………………………………………………………………………………………………………………………….

Print Friendly, PDF & Email
Libri Teatro
Precedente Aneurin alla Libreria del Globo Successivo Il teatro dell'OIPA al Giugno Aglianese

Lascia un commento