Dialoghi sull’uomo 2014

Schermata[dropcap]D[/dropcap]al 23 al 25 maggio tornano a Pistoia i Dialoghi sull’uomo, il festival sull’antropologia del contemporaneo che tanto successo ha riscosso negli scorsi anni. Giunto alla quinta edizione, avrà come filo conduttore “Condividere il mondo. Per un’ecologia dei beni comuni”. Il tema è di grande interesse antropologico e di fortissima attualità in un momento in cui la crisi economica e di valori impone a tutti un ripensamento del nostro vivere in comune. Lo sharing (ennesimo inglesismo entrato prepotentemente nella nostra lingua) ormai fa parte della nostra vita quotidiana, ma forse più nella vita internettiana che non in quella reale, fatta di rapporti concreti e salutari con le persone. Ad ogni modo, un po’ per necessità, un po’ per virtù, il “condividere” torna a essere una pratica molto diffusa, dopo decenni di idealizzazione del consumo e del possesso individuale. Tanti come sempre gli ospiti di rilievo che saranno protagonisti di incontri interessanti: Stefano Rodotà, Gustavo Zagrebelsky, Lella Costa, Marco Aime, Serge Latouche, Roberto Vecchioni e tanti altri. Il programma completo può essere scaricato QUI mentre sul sito ufficiale della manifestazione si possono trovare tutte le informazioni su come muoversi all’interno dell’evento. In particolare, vista la numerosa affluenza di pubblico prevista, è consigliabile acquistare in prevendita i biglietti per gli incontri cui si è interessati a partecipare onde evitare file e rischiare di non trovare posto. Il numero degli incontri è forse diminuito rispetto a quello degli anni precedenti, ma si è così evitato quel fastidioso fenomeno degli “accavallamenti” fra eventi che costringevano il pubblico a scelte, spesso difficili, tra diversi relatori che intervenivano nello stesso lasso di tempo in location differenti. Non resta quindi che prepararci ad una sana immersione in un finesettimana ricco di cultura e riflessioni. Un’ottima vetrina anche per Pistoia, dato il gran numero di partecipanti che, per l’occasione, raggiungono la città anche da fuori provincia e fuori regione.

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Open day a Giaccherino Successivo L'astrologia in cucina

Lascia un commento